"Disegno ma non sono un artista". L'Illustratore Web è sempre più il mestiere del futuro.

December 27, 2016

 

 

“Guadagnare con il web”

“Guadagnare online”

“Come guadagnare online”

 

Ad oggi questa keyword rappresenta uno dei suggerimenti di maggior trend nei motori di ricerca.

E ovviamente, partendo da queste parole, ogni articolo o consulenza di SEO sembra satellitare indissolubilmente intorno a questo argomento.

 

Ok. Fermi tutti!

 

Forse (e lancio volutamente una provocazione) stiamo cominciando ad esagerare.

Come dico spesso nei miei corsi, il Web non è più un’opzione ma il civico virtuale della nostra azienda. Diventa molto rischioso, ad oggi, non avere visibilità o presenza sul web

.

Attenzione però! Se fare denaro con il web ora è un business, quest’ultimo non è totalmente migrato nel mondo di internet. Non possiamo sempre dire che l’unico modo di fare soldi, ad oggi, è fare business sul Web.

 

Molti lo dicono. Molti lo vendono. In troppi cavalcano questa filosofia.

 

Io resto convinto che sempre di più il mondo del Web non possa prescindere dalle filosofie del Marketing. Filosofie che affondano le loro radici nelle tecniche più tradizionale. Ed è sempre più palpabile che il futuro vedrà un rinnovato e una sempre più innovativa ripresa delle fondamenta che governano il marketing della grafica pubblicitaria.

 

Di questo aspetto ne parleremo anche in altri interessanti post. Oggi, legandoci a questo spunto, parliamo di quanto questo sia già visibile nella continua evoluzione alla quale sono soggetti i siti internet.

 

Questi ultimi hanno cambiato molto il loro aspetto negli anni e lo standard cambia in continuazione.

 

In questo post ci concentreremo su quella che nel mondo pubblicitario viene chiamata la “testata” di impaginazione. Nel caso di un sito è ovviamente il colpo d’occhio della parte superiore, in sostanza l’header.

 

Esatto. Non sto parlando della vetrina centrale, quella che oramai è governata da fotografie o banner scorrevoli.

Sto parlando della parte superiore, dove spesso è locato semplicemente il logo, qualche icona Social e a volte la login al sito.

 

Bene. I banner e le slide scorrevoli sono oramai prossimi a scomparire. Il 2017 vedrà l’avvento di una forma più ampia di header (già spesso forzata da loghi giganteschi). A livello di codice o di CMS, lo spazio dedicato sarà sempre lo stesso. Ma chi costruisce un sito deve essere in grado di andare oltre la concezione di un attributo tecnico e concepire la testata come un insieme di elementi.

 

Il mini header + header + testata della prima metà del sito.

 

Ovvero il colpo d’occhio. Il frontespizio onpage del nostro sito che funge da copertina della nostra azienda.

Molti siti e molti programmi di grafica online stanno già adottando questi header, tendendo a fornire soluzioni molto accattivanti. Da grafiche standard in alta risoluzione ad addirittura testate animate. Eppure sono convinto che siamo ancora ai primordi o ai primi tentativi (in alcuni casi ben riusciti).

 

Come dicevo, i banner e le slide iniziali saranno superati. Con cosa aprire, quindi, il nostro sito?

Inutile dire che la prima risposta è sempre quella più gettonata in questo periodo: “un bel video di presentazione”. La risposta in questo caso è “ni”. A meno che non sia un collegamento al video di intro aziendale caricato su frame Youtube (possibilmente il vostro canale personalizzato), evitate di appesantire la Home Page a discapito della User Experience.

 

Inoltre un video caricato da canale Youtube è consigliato per una visualizzazione ottimizzata come consigliato dal codice da incorporare: <iframe width="560" height="315" ……..></iframe>

 

 

 

 

 

Quello che secondo me sarà il futuro è la trasformazione di un logo 2.0.

Ovvero il logo diventerà più precisamente una immagine ospitata all’interno di una grafica personalizzata che meglio presenti la brand identity del sito e il relativo payoff (la scritta rappresentante il calme del sito che spesso è sotto il nome dell’azienda).

 

Quali saranno le leggi che governeranno queste grafiche?

Probabilmente l’inizio vedrà finalmente una liberalizzazione creativa dai normali dogmi della UI (User Interface) e ci regalerà la possibilità di stupirci davanti alle Home Page dei nostri clienti o concorrenti.

 

In cosa si può tramutare una simile evoluzione? Nella nuova figura oramai in ascesa dell’illustratore Web.

 

Esatto.

 

Un disegnatore in grado di portare arte, illustrazione e grafica all’interno di un elemento digitale.

Tornerà quindi la nuova figura del pubblicitario. Non un semplice grafico. Bensì una figura professionale che studi insieme al cliente il vestito e la presentazione di impatto del brand e del prodotto.

 

Viene da domandarsi se questo illustratore sia capace anche di disegnare scritte. Ma con siti come Dafont.com quale bisogno ci sarebbe?

Errore!

La personalizzazione di un header più uniformato al proprio messaggio comunicativo richiederà anche lo studio di un font disegnato appositamente. Andata a dare un’occhiata al boom di iscrizioni che stanno avendo i corsi di calligrafia classica e creativa.

 

Le nuove professioni tornano al vecchio per adattarsi al futuro! Non è un ossimoro bensì un’esigenza della natura umana.

 

Sempre meno siti e sempre più Blog sostiene oramai il mercato del web. Sicuramente!

Ma il sito resta il biglietto da visita online delle aziende e se la sua capacità di posizionarsi sarà sempre meno potente a confronto degli elementi di supporto social, avrà invece sempre più il compito di fare da vetrina dell’identità aziendale e del suo relativo prodotto/servizio.

 

La User Experience parla chiaro: “Se il sito non colpisce nei primi 4 secondi, l’impression aziendale è già compromessa”.

 

Quindi non pensate solo alla reputation. Importantissima da costruire, quest’ultima partirà sempre di più da una fidelizzazione immaginifica.

 

Vedremo se sarà proprio così. Di sicuro gli esperti confermano che negli ultimi due anni sono aumentate le attività di marketing outline e che chiaramente la spinta di un sito è spesso sostenuta da attività di redirect diretto dal mondo esterno.

 

Non è possibile rischiare di dirottare un nostro potenziale cliente a visitare il nostro sito se poi non colpisce alla sua immediata apertura.

 

In conclusione:

 

Molti la sostenevano morta. Io l’ho sempre concepita parte integrante. Il futuro la vedrà tornare in ascesa.

La grafica pubblicitaria sta tornando prepotentemente. In tempi di crisi, si sa, sono le idee il migliore motore per il prodotto. Le aziende lo sanno molto bene. Chi lavora nel mondo del web non lo deve dimenticare mai e deve essere pronto a un nuovo standard che avanza.

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Corsi Base Web Marketing SEO
Torna a FerdinandoDagostino.com
Post recenti
Please reload

Archivio
Please reload

Cerca per tag
Segui #SaidiSEO
  • Facebook Basic Square